2/9/13

Impresiones sobre el piano, de Carlo Monticello Cuggiò

Hoy tenemos un souvenir escrito por el pianista italiano especialista en estilos modernos Carlo Monticello. Lo dejamos en su idioma, como cortesía a nuestros lectores italianos y convencido de que la sonoridad del italiano, derivado de nuestra lengua madre común, el latín, le dará a nuestros lectores el ambiente original, el sabor genuino del texto. Como dice Carlo, la música y la sonoridad del propio lenguaje se lleva en el alma!
  • Da quando ho iniziato a studiare il pianoforte, ho sempre pensato che la tastiera fosse come il Mondo. Da scoprire. Fin da quando ero bambino, non mi sono solo limitato alle regole della tecnica, che sono certamente importantissime ! Ma ho sempre giocato con il pianoforte, come gioca un bambino con i suoi giocattoli preferiti. Lo smontavo e lo montavo di nuovo. Intrecciavo le braccia e le mani.
    Suonavo ad occhi chiusi e mi divertivo molto ! Questo mio gioco è vivo tutt' ora dentro di me ! Anche ora mi piace divertirmi e divertire ! Il pubblico dei grandi teatri e quello delle piccole locations . Tutti si divertono con me . Chopin diceva che una persona che non sorride non è una persona seria !
    Questo mio gioco , insieme alla tecnica che i miei grandi maestri mi hanno regalato, fanno correre le mie dita sulla tastiera , come spinte da una forza sempre nuova ! Una specie di fuoco che a volte non controllo io .Il mio pianoforte diventa nuovo tutti i giorni . Nella Musica Classica, nella Lirica, nel Jazz, nelle canzoni popolari . Ogni giorno questo fuoco esplode e ogni volta che suono, suono in modo diverso !
    Il Grande Arturo Toscanini diceva che la Musica non è sullo spartito ma dentro di noi ! Un brano pianistico si può suonare male, bene, benissimo e si può....creare sempre ! Io preferisco crearlo sempre ! E il pubblico lo crea con me ! E quando dirigo è la stessa cosa ! La grandezza della Musica sta nella sua capacità di arrivare ai cuori di tutti !....Giocando !